Nota bio-bibliografica di Maurizio Zaccaro

a cura di Giovanni Luca Montanino

 

TORNA a Il sindaco pescatore


zaccaro

Maurizio Zaccaro - produttore, sceneggiatore e regista cinematografico -, nasce a Milano nel 1952. Sul grande schermo esordisce nel 1979 con il cortometraggio R.A.F. Il maiale, seguito da Overkill (1981) e In Coda alla Coda (1987). Nel 1992 ottiene il David di Donatello come miglior regista esordiente grazie al film Dove comincia la notte. Due anni dopo vince il premio Solinas per la sceneggiatura di L'Articolo 2.  Ancora un successo nel 1997 con Il carniere, che gli vale cinque nomination e un David di Donatello. Un altro David arriva nel 1999 grazie a Un uomo perbene. Nel 2000 ha inizio per lui una nuova e duratura stagione di impegno televisivo: svariati i film per il piccolo schermo (sia RAI che Mediaset) da lui firmati. Tra i documentari, invece, si ricordano Il PiccoloUn foglio biancoAdelante Petroleros - L'oro nero dell'Ecuador. Nel 2015 dirige il film tv Il sindaco pescatore sulla storia vera di Angelo Vassallo (andato in onda su Rai 1 l’8 febbraio 2016). Nel 2016 presenta al Torino Film Festival il documentario La felicità umana.

 

Filmografia essenziale:

Dove comincia la notte (Italia, 1991) – Con Tom Gallop e Cara Wilder. Giallo, col.

Un uomo perbene (Italia, 1999) – Con Michele Placido, Stefano Accorsi e Giovanna Mezzogiorno. Drammatico, col.

L’Articolo 2 (Italia, 1994) – Con Mohammed Miftah e Fabio Bussotti. Drammatico, col.

Lo smemorato di Collegno (Italia, 2008) – Con Gabriella Pession e Franco Castellano. Drammatico, col.


Bibliografia essenziale

Un tè da Calcutta e altre storie per il cinema, Maurizio Zaccaro. FreeSolo Libri, 2012.